L’installazione di un impianto con pavimentazione a -900 mm rispetto al piano di calpestìo presentava notevoli complessità.

Qual era la sfida?

Le restrizioni riguardavano la limitata possibilità di movimentazione di piattaforme di lavoro elevabili mobili e gru elettriche. L’installazione di un carroponte sospeso con una portata di 3000 kg in spazi ridotti richiedeva l’ancoraggio tramite staffe speciali a filo capriate per il passaggio e il lavoro della macchina, attraverso un foro tra due livelli diversi del building, complicando ulteriormente il processo. Era essenziale anche garantire una rilevazione accurata della posizione del carroponte all’interno della cella, per inviare il segnale alla control room e garantire così la sicurezza durante il lavoro.

Come ha risolto il problema Cecchini?

  1. Analisi delle esigenze del cliente: per realizzare l’impianto di sollevamento, Cecchini ha condotto un’analisi dettagliata delle esigenze del cliente, tenendo conto delle difficoltà di montaggio e installazione date dai limitati spazi disponibili.
  2. Realizzazione di disegni in 3D: sono stati realizzati disegni dettagliati in 3D da condividere con i progettisti del building e della macchina all’interno della cella per prevenire interferenze tra i vari impianti.
  3. Sistemi di rilevazione laser: per garantire una costante rilevazione della posizione del carroponte, sono stati installati due sistemi di rilevazione laser che inviavano segnali alla control room.
  4. Utilizzo di attrezzature speciali: Cecchini ha impiegato attrezzature speciali progettate per garantire l’installazione sicura dell’impianto, considerando le limitazioni di movimentazione e gli spazi ridotti.

La nostra squadra di specialisti è sempre disponibile ad ascoltarvi e ad individuare la soluzione ideale per le vostre esigenze di movimentazione e sollevamento industriale.

Contattateci: https://cecchinigroup.eu/contatti/.

impiantoimpiantoimpianto