Verifiche periodiche apparecchi di sollevamento: perché sono importanti

L’art. 71, comma 4, del D.lgs 81-2008 sancisce l’obbligo, per il datore di lavoro, di effettuare le verifiche periodiche degli apparecchi di sollevamento. Tali verifiche hanno la funzione di accertare alcune condizioni chiave:

  • la conformità alle modalità di installazione previste dal fabbricante degli apparecchi, riportate nelle istruzioni per l’uso;
  • lo stato di manutenzione e di conservazione degli apparecchi come da indicazione del costruttore;
  • l’osservanza delle condizioni di sicurezza previste dal produttore;
  • l’efficienza dei dispositivi di sicurezza e di controllo.

Apparecchi di sollevamento con obbligo di denuncia e di verifica periodica

L’art. 71, comma 11, del D. L.gs. 81-2008 stabilisce l’obbligo di denuncia e di verifica periodica per tutti gli apparecchi e le attrezzature presenti nell’Allegato VII del decreto stesso. Più in particolare, sono soggetti agli obblighi di cui sopra gli apparecchi di sollevamento non azionati a mano e con portata superiore a 200 Kg, come gru a bandiera, carroponte, gru monorotaie, gru a cavalletto, gru a torre, gru derrick, gru su autocarro e autogru.

verifiche periodiche apparecchi sollevamento

Verifiche periodiche delle attrezzature di lavoro stabilite dal comma 8 dell’art. 71 del D. Lgs. 81-2008

Le verifiche periodiche stabilite dall’articolo e dal comma sopra riportati comprendono:

  • verifica dopo l’installazione dell’apparecchio, prima della sua messa in esercizio;
  • controllo dopo ogni montaggio in un nuovo cantiere o in un nuovo impianto;
  • controlli periodici sulle attrezzature soggette a usura, con una frequenza stabilita dai produttori o dalle regole di buona tecnica.

I controlli di manutenzione periodica devono essere realizzati da ditte specializzate come Cecchini.

I risultati devono essere annotati nel registro di controllo e i risultati dei controlli degli ultimi 3 anni devono essere a disposizione degli organi di vigilanza. La sanzione per la mancata verifica periodica è giustamente severa, e comporta l’arresto da tre a sei mesi o una multa dell’entità tra € 2.500,00 e € 6.400,00 (art. 87, comma 2, D.Lgs. 81-2008).

Verifiche periodiche degli apparecchi di sollevamento stabilite dal comma 11 dell’art. 71 del D. Lgs. 81-2008

In aggiunta a quanto sancito dal comma 8 dell’art. 71 del D.lgs. 81/08, il comma 11 del medesimo articolo indice l’obbligo, per il datore di lavoro, di effettuare sulle attrezzature riportate nell’Allegato VII (apparecchi di sollevamento con portata superiore a 200 kg non azionati a mano, di tipo fisso) delle verifiche periodiche, con l’obiettivo di valutarne lo stato di manutenzione e il funzionamento.

La prima verifica periodica è a carico dell’INAIL, salvo mancata risposta entro 45 giorni da quando è stata inviata la richiesta.